York ChocolateLa razza di gatti York Chocolate è di recente selezione infatti è stata riconosciuta solo negli anni novanta e la prima ad allevarlo fu Janet Chiefari colpita dalla nascita di un gattino  dalla sua gatta bianca e nera che appunto aveva generato un cucciolo dal pelo setoso, luminoso e dal colore caldo come il cioccolato. La femmina della cucciolata fu fatta accoppiare di seguito con un fratellastro. Iniziò così la selezione della razza, riconosciuta poi nel 1997. Il nome deriva dallo Stato di New York dove è appunto iniziata la storia e dal colore che richiama molto il cioccolato. Per quanto riguarda il colore poche le varianti ammesse, infatti, vengono riconosciuti come york chocolate solo gatti, marroni chiaro, marrone scuro, bianchi con macchie marroni nella variante chiara o scura. Da quanto detto si evince che solo 4 tipi di varianti sono ammesse. Il pelo è lucido e setoso, nonostante la lunghezza non si annoda, caratteristica che richiede minore cura rispetto ad altre razze. Non ha sottopelo quindi è facile da tenere pulito, basta spazzolarlo un paio di volte a settimana avendo cura di utilizzare una spazzola a denti larghi per il corpo e setole per la testa. Poco fastidioso anche nel periodo della muta del pelo proprio per la mancanza del sottopelo. Tale assenza inoltre lo rende un gatto a basso rischio di reazioni allergiche. Gli occhi sono a mandorla e negli standard di razza sono ammessi solo i colori oro, verde o nocciola. Per quanto riguarda la corporatura arriva fino ad un peso massimo di otto chili per il maschio, leggermente più piccola la femmina può arrivare fino a cinque chili, si colloca quindi tra i gatti di media grandezza. Il gatto york chocolate raggiunge la maturità sessuale intorno a due anni e la nascita dei cuccioli avviene dopo due mesi di gestazione. La vita media è abbastanza lunga infatti questo gatto può arrivare fino a 15 anni di età. La testa è più lunga che larga e di profilo appare arrotondata sul muso, le orecchie sono a punta e grandi, frequente il pelo nelle orecchie. Il muso è piuttosto pronunciato. La corporatura è robusta e come la maggior parte dei gatti molto agile. Le gambe posteriori sono leggermente più lunghe rispetto alle anteriori. Le zampe sono abbastanza grandi e di forma arrotondata. I capostipiti avevano caratteristiche ereditarie derivate dal gatto siamese e per questo motivo anche lo york chocolate è un gatto dall’attaccamento a volte morboso al padrone, proprio come il siamese. La coda è particolarmente lunga e folta tanto da apparire anche sproporzionata al resto del corpo. Ciò che caratterizza questo gatto è il carattere, particolarmente discreto, anche timido non sempre si lascia avvicinare dagli estranei, ma segue come un’ombra il padrone da lui scelto tra i componenti della famiglia, proprio per questo attaccamento viene definito anche “gatto satellite”. Ama essere coccolato tanto da passare ore acciambellato sulle gambe del padrone, ma è allo stesso tempo indipendente con uno spiccato senso della caccia. Ideale sarebbe tenerlo in campagna per poter far esprimere tali caratteristiche, ma non soffre se tenuto in appartamento magari organizzando giochi che possano permettere di esprimere le qualità da cacciatore. E’ un gatto che non ama restare troppo tempo da solo in casa e non disdegna la compagnia di altri animali domestici. Ama la pulizia e non disdegna il bagno in acqua anzi a volte è solito immergersi da solo nell’acqua ed è anche bravo a nuotare, ciò lo rende adatto alla vita in famiglia.

Guarda anche:

  • BalineseBalinese Il gatto balinese è una razza felina a pelo lungo, originario degli Stati Uniti, in quanto negli anni cinquanta del novecento, nacque un gattino a pelo lungo da una cucciolata di gatti […]
  • Arabo ShagyaArabo Shagya DATI STORICI La nascita di questa razza di origine ungherese risale al lontano 1789 grazie all’imperatore d’Austria e Re d’Ungheria Giuseppe II. L’idea era di allevare un cavallo da […]
  • Cane dei faraoni (Pharaon Hound)Cane dei faraoni (Pharaon Hound) Il cane dei faraoni (o Pharaon Hound) è un cane di taglia media di origini maltesi.
    Esso è chiamato così per la notevole somiglianza con il Tesem, il cane rappresentato nei geroglifici […]
  • CarlinoCarlino Il Carlino:
    È senza dubbio un cane da salotto. E’ piccolo, docile, particolarmente comico per la sua stazza, il manto rugoso, e il musetto schiacciato. Ma è anche un cane ricco di […]
  • AraboArabo L’Arabo è una delle razze equine purosangue più antiche del mondo; tracce di questa razza risalenti al 1800 a.C. portano a localizzarne l’origine nelle regioni che oggi coincidono con le […]

Questo potrebbe interessarti: