Sphynx

Il gatto canadese Sphynx, chiamato per comodità semplicemente Sphynx che ricorda vagamente il vocabolo inglese sfinge, è un gatto la cui caratteristica principale riguarda l’assenza totale o parziale del pelo su tutto il suo corpo: proprio per questa sua caratteristica viene comunemente definito anche gatto nudo.
Tratti caratteristici.

Continua a leggere »

Bengala

Il primo tentativo di creare un Bengalese risale al 1963, quando il californiano Jean Sudgen decise di far accoppiare un comune gatto domestico con il suo gatto leopardo asiatico allo scopo di creare una razza che preservasse le caratteristiche d’ambedue, senza ottenere alcun risultato considerevole.
Soltanto dieci anni dopo, nel 1973, il Dr. Centerwall decise di effettuare nuovamente l’esperimento, anche se il motivo riguardava alcuni studi sulla leucemia felina, dal quale si ottenne il primo gatto del Bengala.

Continua a leggere »

Bombay

Il Bombay è un gatto di origine statunitense, che risulta dall’incrocio tra il Burmese bruno e l’Americano a pelo corto; ad effettuare la prima prova di incrocio è la ricercatrice Nikki Horner, negli anni ’50 e ’60, che riesce nel suo intento di creare una piccola pantera nera.
Nel corso dei decenni, infatti, il Bombay si è notevolmente differenziato dal Burmese, diventando così una razza a sé, con il pelo lucidissimo e muscoli molto potenti.

Continua a leggere »

Burmilla

Il Burmilla è un gatto domestico, nato nel 1981 dall’incrocio tra un Burmese e un Persiano Chinchilla; molto raro, è diffuso principalmente nel Regno Unito,suo luogo d’origine, e in Danimarca.
La prima presentazione del Burmilla avviene nel 1983, davanti alla Cat Association, mentre la decisione sugli standard per la sua classificazione risale al 1984, e il riconoscimento ufficiale avviene negli anni ’90.

Continua a leggere »

Himalayano

Il gatto Himalayano è una varietà di persiano, però con le caratteristiche e i “colori” del gatto siamese. Di quest’ultimo la leggenda dice che le parti “fredde” del gatto, ossia le sue estremità, come la coda, le orecchie, le zampine, il nasino sono più scuri, focati, appunto perché più “freddi”, perché maggiormente esposti alle intemperie.

Continua a leggere »

Balinese

Il gatto balinese è una razza felina a pelo lungo, originario degli Stati Uniti, in quanto negli anni cinquanta del novecento, nacque un gattino a pelo lungo da una cucciolata di gatti siamesi e si trattava di una mutazione genetica. Il balinese nasce dall’incrocio di siamesi e gatti a pelo lungo e sono stati riconosciuti come razza a sé stante, soltanto nel 1961; il suo nome deriva dalle movenze aggraziate del gatto, che ricorda le danzatrici dei templi di Bali.

Continua a leggere »

Europeo

Pensiamo a un gatto e subito ci viene in mente lui: longilineo, coda media lunga, pelo medio, testolina tonda e paffuta.Di chi stiamo parlando? Del gatto europeo, ovviamente!
Si è soliti pensare che sia la razza più comune, quella meno pregiata ma non è assolutamente vero: il gatto comune europeo possiamo definirlo quasi “nobile”.
Questa razza, infatti, è il risultato di una lunga selezione naturale che ha portato i gatti che gironzolano per le nostre vie a essere proprio come sono ora.

Continua a leggere »

Burmese

PROVENIENZA: Il micio delle specie “Burmese”, discende da un’unica esemplare di gatta Birmana, molto elegante, dal pelo lucido di colore marrone scuro, importata in Inghilterra dall’americano Dr. Thompson, per farla “sposare” con un gatto siamese di color chocolat. In seguito a quest’incrocio, nel 1930, nacquero tre splendidi cuccioli, i primi di tutta la specie.
ASPETTO: il felino di media taglia, molto aggraziato, muscoloso ed elegante.

Continua a leggere »

American shorthair

PROVENIENZA: l’americano a pelo corto ha origini statunitensi, ed è l’equivalente della razza europea. In origine, questi felini, proteggevano il cibo custodito nelle case, uccidendo molti roditori. In seguito, a causa di lunghissimi viaggi e per la stessa motivazione, furono imbarcati dai colonizzatori europei a bordo di grandi velieri.
ASPETTO: il gatto, si presenta in taglia media o grande, è di costituzione robusta, ed ha una lunghezza leggermente superiore rispetto all’altezza.

Continua a leggere »

Ceylon

Il Ceylon è una razza felina a pelo corto e di grandezza medio-piccola che rientra a pieno titolo tra le specie naturali sulle quali l’uomo non è intervenuto creando ibridi o sperimentando nuove colorazione. Proprio per questa ragione i Celyon hanno potuto conservare i loro tratti genetici originari insieme al loro fascino. Era il 1984 quando il dottor Pellegatta incontrò questi meravigliosi gatti sull’isola di Sri Lanka e innamorandosene decise di portare con sé alcuni di questi soggetti in Italia.

Continua a leggere »