Pastore belga groenendaelIl cane da pastore belga proviene dallo stesso ceppo del più diffuso pastore tedesco. Ne esistono quattro tipologie, Groenendael, Laekenois, Malinois e Tervueren che differiscono solo per lo standard, ovvero per l’aspetto esteriore. Il pastore belga groenendael di cui ci occupiamo in questa sede, è un cane di taglia media, dalle proporzioni armoniose e dalle abitudini rustiche, perché selezionato per adeguarsi al clima belga, rigido e caratterizzato da frequenti mutamenti. Il pastore belga groenendael prende il suo nome dall’omonimo castello sito nei pressi di Bruxelles, luogo di residenza del creatore della razza, Nicole Rosè.

Contestualmente elegante e robusto, il groenendael si differenzia dalle altre tre tipologie principalmente per il mantello di colore nero lucido, dotato di un folto pelo e di un robusto sottopelo.
E’ un cane che si affeziona moltissimo al padrone e a tutta la famiglia, è dotato di un carattere molto vivace nonché di una spiccata intelligenza.

Originariamente il suo utilizzo era quello di difensore delle greggi, lavoro che svolgeva con la stessa dedizione con la quale oggi è pronto a difendere le nostre case e i nostri affetti. Il suo spiccato istinto di protezione ha contribuito a farne l’aiutante per eccellenza delle forze dell’ordine in molti paesi europei. Sempre pronto all’azione, vederlo solo come ausiliare della polizia è però riduttivo. Si tratta infatti di una delle razze più eclettiche dell’intero universo cinofilo. Oltre che per la guardia e la difesa negli anni sono stati impiegati come cani da valanga, da catastrofe e anche come cani guida per non vedenti.

Sono cani estremamente attivi che apprendono con straordinaria facilità ogni insegnamento, pur di accontentare il padrone. Nel processo di selezione da loro si pretendeva il governo assoluto del bestiame, che avveniva con piccoli morsi alle gambe delle mucche. Tutto questo ha prodotto dei cani con una grande predisposizione al morso, qualità che ne ha fatto una delle razze più considerate per la difesa personale.

Il pastore belga groenendael ha talmente tante energie da spendere che ha per forza bisogno di qualcosa da fare, possibilmente al fianco del padrone. Abbandonato a se stesso a guardia di un giardino non saprebbe come sfogarsi e potrebbe farlo nel modo sbagliato. La predisposizione al morso di cui si è detto va infatti saputa gestire con polso fermo. E’ un cane che non va mai incoraggiato a mordicchiare anche per scherzo, se incitato costantemente alla violenza potrebbe diventare difficilmente controllabile.

Il padrone ideale di un groenendael ha del tempo da dedicare al proprio cane, condizione essenziale per preservarne l’equilibrio psicologico. Nell’agility per esempio possono ottenere grandi risultati, così come in tutti gli ambiti dove sia possibile instaurare un rapporto di collaborazione con il padrone.
Sanno essere anche degli ottimi cani di casa, purché vengano loro insegnate le regole fondamentali fin dalla tenera età. Per amore della verità va detto che non sono cani adatti alla vita in appartamento e in generale a soggiornare a lungo in spazi angusti. Se non disponete dello spazio idoneo, sarete costretti a supplire con il tempo, che vuol dire che il nostro dovrà trascorrere praticamente tutta la giornata con voi, fuori dalle mura domestiche.

Pastore belga groenendaelNon sono neanche adatti a chi è alla prima esperienza cinofila, costoro è meglio che si indirizzino verso altre razze più vicine al concetto di cane da compagnia.
Chi ha messo in preventivo di acquistare un groenandael sappia che, specie se maschio, il cane dovrà socializzare con i suoi simili fin dalla tenera età. L’indole della razza lo porta ad atteggiamenti dominanti nei confronti degli altri cani.

Se ben socializzato e indirizzato in modo costruttivo verso attività che gli permettano di mantenere allenato il suo fisico farà di tutto per darvi tante soddisfazioni, riuscendoci sicuramente.

Guarda anche:

  • Pastore polacco di pianuraPastore polacco di pianura Il Cane da pastore polacco di pianura, conosciuto anche come Pastore polacco di Vallèe o Polish Lowland Sheepdog, è una cane da pastore del gruppo Pastori e Bovari. Razza autoctona della […]
  • Pastore belga laekenoisPastore belga laekenois Il Pastore Belga Laekenois si ritiene provenga da un ‘incrocio tra il bovaro delle Fiandre e uno Schnauzer gigante ma sull’origine esistono molti dubbi in quanto pare che la razza si sia […]
  •  Pastore belga malinois Pastore belga malinois Il Cane da Pastore Belga Malinois è originario dell’Europa Nord Orientale e prende il nome dall’antica città di Malines, nella provincia di Anversa. Secondo gli esperti discenderebbe dagli […]
  • Pastore delle shetlandPastore delle shetland Il Cane da pastore scozzese delle Shetland o Shetland Sheepdog è un cane da pastore nato da incroci fra il Rough Collie e piccoli cani di razze diverse.

    Secondo alcune fonti, uno dei […]

  • Pastore della briePastore della brie Il pastore della Brie, conosciuto anche come Briard, è un cane magnifico per aspetto e portamento, particolarmente intelligente e affettuoso. Appartiene a una razza canina di origine […]

Questo potrebbe interessarti: