Sloughi levriero araboLo Sloughi (o Levriero Arabo) è un cane di origini molto antiche ed presente nel Nord Africa da parecchi millenni. Le testimonianze più remote della razza risalgono a geroglifici e mummie egizie di circa 5000 anni fa: i corpi ritrovati e i dipinti mostrano cani molto simili nella forma e nel colore allo Sloughi. Proprio per questo, è ritenuto parente strettissimo degli antichi cani reali egiziani. La razza è circondata da un alone di leggenda ed è l’unica, insieme al Saluki (Levriero Persiano), ad essere considerata nobile dagli arabi. Un antico proverbio arabo dice che “quando uno Sloughi vede una gazzella tagliare un filo d’erba, la raggiungerà prima che essa lo abbia finito di mangiare”.

Al giorno d’oggi lo Sloughi è diffuso soprattutto in Marocco, paese che ha istituito lo standard di razza e dove attualmente c’è la massima concentrazione di esemplari registrati, mentre nelle altre parti del mondo è un cane abbastanza raro.
Lo Sloughi è un cane di taglia grande: l’altezza al garrese varia tra i 61 e i 72 cm e il peso tra i 28 e i 32 chilogrammi. E’ classificato come Graioide. La muscolatura è asciutta, resistente, definita e ben proporzionata, mentre l’ossatura è robusta ed accentuata. La testa è importante ma non massiccia. Il pelo è raso, ed i colori ammessi sono il tigrato e il sabbia (nelle varianti rossiccio, antracite, chiaro o sabbia classico); può presentare o meno maschera e sella nere. Gli occhi sono scuri e l’espressione è sempre un po’ triste.
Lo Sloughi, in movimento, dà sempre idea di eleganza, nobiltà e fierezza e, lanciato al galoppo, può raggiungere velocità elevatissime, superiori agli 80 chilometri orari.
E’ considerato il più intelligente tra i levrieri, e questa caratteristica lo rende adatto ad essere sottoposto ad addestramento.
Ancora oggi, in madrepatria, viene utilizzato come cane da guardia alla proprietà e ai greggi e come cane da caccia alla selvaggina, mentre in Europa e negli Stati Uniti l’utilizzo prevalente è quello di corridore nei cinodromi.
Ha un carattere calmo, affettuso ed educato con i proprietari, dai quali esige affetto senza mai essere invadente. Tuttavia, è necessario prestare attenzione nel caso di presenza di bambini. Si adatta senza problemi a vivere in casa, rispettandone facilmente le regole e socializzando con altri animali domestici, a patto che gli venga fatto fare molto movimento quotidiano, per scaricare la sua grande energia. Inoltre, è un cane molto pulito. Queste caratteristiche lo rendono un ottimo cane da compagnia. Non è particolarmente socievole con gli estranei e, finchè non prende confidenza, mantiene sempre un atteggiamento parecchio distaccato, ma mai ostile.
Abbaia molto raramente e solo in condizioni di reale pericolo, avendo conservato nei suoi geni un buon istinto di cane da guardia, compito che assolve in modo egregio anche grazie alla vista, l’udito e l’olfatto parecchio sviluppati.
Lo Sloughi ha, per così dire, una doppia personalità: tranquillo e sornione dentro casa, quando ha spazio a disposizione si trasforma in un cane atletico ed iperattivo.
A livello di salute, non ha bisogno di particolari cure ed è un cane molto longevo. Anche se l’aspetto suggerirebbe il contrario, infatti, lo Sloughi è un cane resistentissimo e non richiede particolari attenzioni nella scelta dell’alimentazione, tranne che da cucciolo, quando è importante non farlo appesantire, prestando attenzione alla quantità e alla qualità del cibo. Gli unici accorgimenti da adottare sono quelli di dargli una spazzolata almeno una volta a settimana e fornigli un giaciglio morbido e comodo.
L’unico disturbo a cui sono soggetti gli Sloughi, in età avanzata, è quello del distacco della retina. Attenzione anche a non somministrargli troppe anestesie ravvicinate in caso di cure, visto che come tutti i levrieri risulta particolarmente sensibile al loro effetto.

Guarda anche:

  • Alaskan MalamuteAlaskan Malamute ORIGINI
    L’Alaskan Malamute è un cane originario dei paesi nordici americani, in particolare delle zone comprese tra l’Alaska e la Groenlandia. Erano usati, e ancora oggi lo sono, come […]
  • BombayBombay Il Bombay è un gatto di origine statunitense, che risulta dall’incrocio tra il Burmese bruno e l’Americano a pelo corto; ad effettuare la prima prova di incrocio è la ricercatrice Nikki […]
  • Barbet CanicheBarbet Caniche Barbet Caniche…La conoscenza di questo cane ha origini molto antiche e le prime descrizioni risalgono ai Romani conquistatori della Gallia. Ottimo cane da ferma, nel XIV secolo il Dr. […]
  • Airone azzurro minoreAirone azzurro minore
    L’Airone Azzurro Minore (nome scientifico Egretta Cerulea) è un uccello appartenente all’ordine dei ciconiformi, di cui fanno parte cicogne ed aironi. Si tratta di un uccello di medie […]
  • Burmese Burmese PROVENIENZA: Il micio delle specie “Burmese”, discende da un’unica esemplare di gatta Birmana, molto elegante, dal pelo lucido di colore marrone scuro, importata in Inghilterra […]