AKITA INUORIGINI L’Akita Inu è una razza molto antica, di origine giapponese. Il termine Akita deriva dal nome di una regione giapponese situata nella parte settentrionale dell’Isola nipponica di Honshu, mentre il termine Inu significa proprio “cane”. Nel Giappone questa razza ha ancora oggi un significato particolare; infatti ai neonati vengono regalate statuine che raffigurano questo cane come segno di felicità e buona salute. Il suo istinto da guardia naturale deriva dal fatto che in tempi antichi, era un cane impiegato per la caccia di grossa selvaggina, come orsi, ma anche volatili. Nel 1700 divenne un cane molto apprezzato soprattutto tra la classe nobiliare per la sua eleganza e il suo forte carattere. Poi però nei primi anni del ‘900 conobbe un grande declino soprattutto con la Seconda Guerra Mondiale, rischiando addirittura l’estinzione. Grazie a un nobile di nome Ichinoseki, innamorato della razza, furono nascosti numerosi esemplari durante il conflitto, e se ne riprese l’allevamento terminate le ostilità, introducendolo in seguito anche negli Stati Uniti.
CARATTERISTICHE FISICHE L’Akita Inu è un cane di taglia grande, con un peso che si aggira tra i 34kg e i 50kg. E’ dunque un cane massiccio, ma elegante e nobile. Ha un cranio ampio ed una fronte spaziosa, sotto la quale ci sono gli occhi scuri e abbastanza separati tra loro, che riflettono la loro natura di cani attenti, ma docili. Le orecchie sono erette e piccole in rapporto alla testa. Il pelo è lungo e ruvido, mentre il sottopelo è soffice. I colori previsti dallo standard sono il bianco, il fulvo, il sesamo e il tigrato; tutti e quattro questi colori devono avere il pelo bianco sui lati del muso, sul collo e su tutta la parte inferiore del corpo.
CARATTERIALMENTE Questo cane ha bisogno di un approccio sicuro e di un rapporto molto stretto con il padrone per evitare che la sua dominanza si trasformi in aggressività. E’ molto ubbidiente e addestrabile con facilità. Ha un temperamento molto calmo e docile, anche con i bambini, ama giocare ed è estremamente servizievole. Un aspetto negativo è dovuto al fatto che con i suoi simili non mantiene questa sua docilità; questo perchè da sua natura è un dominatore e cerca di ricordarlo anche a quelli della sua stessa razza (come già detto, è pur sempre un ottimo cane da guardia). Essendo di taglia grande sarebbe il caso di tenerlo in un giardino dove possa correre e giocare. Non è molto adatto a restare in un appartamento. Ad ogni modo si adatta perfettamente a climi non rigidi e nordici.
Da cucciolo è un po’ difficile da gestire, in quanto è di certo un gran coccolone, ma ha bisogno anche dei suoi spazi e di essere in determinate circostanze indipendente. I primi tempi dunque, sono difficili perché bisogna essere in grado di capire cosa il cane vuole da noi, ma piano piano sarà facile instaurare un magnifico rapporto cane-padrone. I cani soprattutto di taglia grande, hanno necessità di essere seguiti maggiormente rispetto ad un semplice cane bastardino; questo perché sono particolari ed hanno un carattere che risiede anche nel loro patrimonio genetico. Il rapporto che si deve instaurare deve essere di vera amicizia e lealtà anche da parte del padrone, e soprattutto deve essere continuo e stabile. Non abbaiano quasi mai, ma richiedono comunque un grande impegno da parte del padrone che deve seguirli, fargli fare molto movimento, e renderli partecipi della vita della famiglia, in modo da renderli parte integrante della stessa. Sono davvero dei cani fantastici, molto intelligenti, che capiscono subito quando hanno sbagliato. Basta un semplice sguardo tra padrone e cane se si è creato quella magnifica intesa che solo tra loro riescono a capire. L’aspettativa di vita di un Akita è intorno ai 13 anni. Se vi sentite pronti a portare avanti un impegno tanto serio come quello di un Akita Inu, vi posso assicurare che non vi pentirete della vostra scelta.

Guarda anche:

  • BengalaBengala Il primo tentativo di creare un Bengalese risale al 1963, quando il californiano Jean Sudgen decise di far accoppiare un comune gatto domestico con il suo gatto leopardo asiatico allo […]
  • WhippetWhippet ANNO E LUOGO D’ORIGINE: 1902 – Inghilterra (GRAN BRETAGNA).
    PROVENIENZA: Il Whippet è nato circa un secolo fa, ed è originario della parte nordica dell’Inghilterra. Questa razza […]
  • Bouledog franceseBouledog francese Razza canina di origini incerte, il bouledog francese è un molossoide che, secondo alcune fonti, nasce dall’incrocio di due molossi di taglia piccola, il Toy bulldog e il Ratier, esemplari […]
  • Agelasticus cyanopusAgelasticus cyanopus
    L’Agelasticus Cyanopus è un uccello appartenente alla famiglia dei Passeriformi e più precisamente nel ramo degli Itteridi. Il suo aspetto generale è in effetti simile a quello del […]
  • Pastore delle shetlandPastore delle shetland Il Cane da pastore scozzese delle Shetland o Shetland Sheepdog è un cane da pastore nato da incroci fra il Rough Collie e piccoli cani di razze diverse.

    Secondo alcune fonti, uno dei […]

Questo potrebbe interessarti: