CarlinoIl Carlino:

È senza dubbio un cane da salotto. E’ piccolo, docile, particolarmente comico per la sua stazza, il manto rugoso, e il musetto schiacciato. Ma è anche un cane ricco di personalità e di straordinaria intelligenza.

Scheda del Carlino:

Cane di compagnia
Taglia: piccola
Molossoide
Misure standard: circa 30 cm altezza al garrese
Peso: 8 chili.

Descrizione e storia del Carlino:

Il Carlino è un cane di piccola taglia, dal muso schiacciato e dalle caratteristiche rughe che ne rappresentano la principale peculiarità. Si tratta di una razza di antiche origini cinesi, studi relativi a questo molossoide parlano di una specie, risalente, secondo gli studi fin qui condotti, al 600 a.C. Chiaramente si trattava di una specie simile non esattamente uguale al carlino conosciuto oggi.
Il suo nome, in inglese è Pug o Mops, che significa “musetto”. Il nome “Carlino” in italiano deriva invece da un attore che interpretò il ruolo di Arlecchino costume tipico del carnevale, dalla particolare maschera nera che assomiglia al muso del Carlino, il nome dell’attore è Carlo Bertinazzi, detto Carlino.
Intorno al 1800 in Inghilterra il Carlino viene incluso nelle varie mostre canine, la razza viene studiata da appassionati e studiosi, quindi da accoppiamenti specifici nascono due specie di carlino, i Willoughby e i Morrison, entrambi, dal nome dei loro creatori. I primi erano caratterizzati dal manto scuro, nero o fulvo, i secondi invece dal mantello più chiaro.
Oggi si distinguono diversi mantelli per questo simpatico canide, e sono identificabili con i seguenti colori: nero, grigio, bianco, e nocciola, ovviamente ognuno dei manti può presentare particolari segni, come macchie più scure o chiare.
L’ossatura del Carlino è forte, la sua stazza è compatta, il suo muso schiacciato caratterizza la razza, gli occhi sono molto grandi e rotondi, sono particolarmente lucidi, vividi quando il cane è eccitato.
Il suo carattere è docile, e vivace. Il maschio solitamente è più vispo rispetto alle femmine, ma si calma dopo i primi tre anni di vita. Non è decisamente un cane da guardia, la sua indole dolce lo vede più adatto alla compagnia. Ai bambini piace tantissimo, e al carlino piacciono molto i bambini.
I Carlini nella maggior parte dei casi emettono una specie di rantolo mentre respirano, e avendo la mandibola lievemente storta hanno sempre i denti in evidenza, questo conferisce loro un aspetto comico.
Nello specifico ecco alcune delle caratteristiche fisiche del Carlino:

Mantello: Il pelo è morbido, liscio, e corto, durante alcuni periodi dell’anno si rinnova, per cui il Carlino è un cane che perde molto pelo.

Testa: la testa del carlino è tonda, meglio detta a “mela”. Intorno al collo si formano le rughe e i primi segni scuri nei mantelli chiari.

Orecchie: vi sembrerà di toccare un peluche, sono morbide come velluto, sono nere e di due tipi, a forma di rosa e a bottone. Quest’ultima forma è altamente considerata dagli appassionati. Le orecchie sono ripiegate all’interno del padiglione auricolare, conferendo all’animale un aspetto molto particolare.

Occhi: Sono rotondi e lucidi e rappresentano il punto più sensibile e debole del Carlino. La loro collocazione è leggermente sporgente, per cui, purtroppo sono soggetti a vari tipi di allergie ed infezioni. Vanno sempre puliti e tenuti sotto attenta visione da parte del veterinario. Le cataratte sono una delle patologie più frequenti riscontrate n questo tipo di cane.

Muso:dal particolare aspetto schiacciato, ha ispirato uno dei suoi tanti nomi, “Mops”. I denti sporgono fuori disordinati e piccoli, e anche la lingua è spesso fuori addirittura in su a coprire il naso.

Naso: E’ immerso dalle rughe del volto, tondo e nero.

Coda: La coda del Carlino rappresenta senz’altro un’altra caratteristica interessante, è piccola, arrotolata sul dorso, e in alcuni esemplari fa anche un doppio giro.

In definitiva il Carlino è un cane da amare, gli appassionati ne elogiano il carattere, chi non lo conosce bene non lo apprezza. Come ogni animale va conosciuto ed apprezzato per quello che è, in questo caso, un ottimo compagno di vita.

Guarda anche:

  • Labrador RetrieverLabrador Retriever Il Labrador Retriever rappresenta una razza di cani originaria di Terranova, presa in considerazione coma razza a sé a partire dal diciannovesimo secolo ; il Labrador Retriever è uno dei […]
  • Pointer inglesePointer inglese Il pointer inglese è uno dei più conosciuti e più amati cani da caccia, o più precisamente da ferma, che prende il nome proprio dalla sua capacità innata di puntare la preda (nella lingua […]
  • Pernice bianca delle AlpiPernice bianca delle Alpi
    La pernice bianca delle Alpi, il cui nome scientifico è Lagopus Muta, è un uccello di medie dimensioni, presentando una lunghezza media di circa 35 cm ed un peso di 400g., con […]
  • Pastore australianoPastore australiano ORIGINI:
    Le origini del pastore australiano, nonostante il nome, si ritrovano negli Stati Uniti tra la fine dell’ 800 e l’inizio del 900. Il nome deriva dal fatto che a quel tempo questi […]
  • AustralianoAustraliano Il cavallo Australiano, meglio conosciuto come Waler o Australian Stock Horse è un cavallo da sella e da tiro leggero, dal carattere sicuro e coraggioso. Essendo di tipo meso-dolicomorfo, […]